!-- Google Tag Manager -->
CERCA TRA I VIDEO
z
Il giro veloce della Maserati Ghibli
Abbiamo provato in pista la Maserati Ghibli e ora possiamo dire che la frenata è molto ben bilanciata e potente, composta e modulabile, e il beccheggio è regolare. Il pedale ha una consistenza leggermente gommosa ma è ben modulabile e l'impianto è resistente. L'inserimento nel primo tornantino è abbastanza buono e buona è anche la direzionalità; il rollio è morbido ma non eccessivo. In percorrenza il motore ha una buona spinta e guidabilità e in uscita si può avere un po' di progressivo sovrasterzo che aiuta a togliere sterzo prima. Il propulsore ha una buona progressione ma poco allungo: le cambiate avvengono automaticamente a 4200 giri in modo molto fluido, ma non sapendo mai bene quale rapporto è inserito a volte si rischia di confondersi anche in scalata. Sul veloce il comportamento è abbastanza sicuro, neutro o sovrasterzante ma in modo molto progressivo e facilmente controllabile. La progressione dello sterzo non è eccezionale quindi non è facile disegnare traiettorie precise nei curvoni. Inoltre l'avantreno è particolarmente sensibile alle variazioni di carico acceleratore e può risultare un po' evanescente nel trovare l'appoggio. Non rapidissima nel cambiare direzione, fa sentire la massa proprio nelle inversioni di rollio sul veloce. Nel misto stretto, paradossalmente, si può forzare di più nei cambi di direzione perchè l'ammortizzatore è morbido nella prima parte di escursione e poi molto frenato sull'appoggio. Lo sterzo ha un carico regolare, non particolarmente comunicativo, con una certa inerzia soprattutto nelle controrotazioni.
LEGGI TUTTO
pubblicato il: 25/11/2014
  • EMBED VIDEO
Il giro veloce della Maserati Ghibli

INVITA UN AMICO

INVIA

EMBED URL



EMBED HTML

560x315
640x360
854x480
1280x720
z